Scheda 85
Per svolgere un servizio occasionale di viaggiatori con entrata a carico ed uscita a vuoto, tra l'Italia e la Confederazione Svizzera, è necessario avere a bordo dell'autobus l'originale del foglio di viaggio comunitario oltre alla copia conforme della licenza comunitaria L'obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza, salvo i casi di esenzione riguarda solamente i passeggeri dei sedili posteriori degli autobus che ne sono provvisti Il rischio di interferenza (strisciamento) della parte posteriore della carrozzeria dell'autobus con la sede stradale aumenta se la sede stradale non presenta variazione di pendenza Gli autobus sono muniti di dispositivi lampeggianti a luce gialla La responsabilità civile grava esclusivamente sul conducente del veicolo Sugli autobus delle categorie internazionali M2 e M3 dotati di cinture di sicurezza i bambini di età inferiore a 3 anni: non hanno obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza o i dispositivi di ritenuta per bambini Le zone a traffico limitato sono aree in cui la circolazione può essere riservata ai veicoli autorizzati Prima di partire con l'autobus, il conducente deve verificare la presenza degli estintori Il conducente di un autobus deve assicurare un adeguato grado di comfort di marcia ai passeggeri tramite accelerazioni e frenate graduali La sede tranviaria promiscua non è percorribile da altri veicoli La responsabilità civile ricade anche sul conducente La sede tranviaria è sempre percorribile anche dagli autobus I servizi occasionali di viaggiatori in paesi con i quali non esiste alcun accordo internazionale non richiedono autorizzazione se hanno aderito alla convenzione di New York del 4.6.1954 Il conducente dell'autobus può mangiare o fumare a bordo quando non è in servizio I servizi occasionali sono quei servizi di trasporto di persone che si rivolgono ad un'utenza indifferenziata In materia di servizi regolari comunitari è obbligatorio tenere a bordo del mezzo che effettua il servizio i permessi di transito Il golfo di fermata è riservato alla sosta dei veicoli Il conducente durante il viaggio deve assicurarsi che i passeggeri siano saliti e scesi dal mezzo e siano in sicurezza prima di ripartire Per esercitare l'attività di noleggio con conducente di autobus in Italia è necessario il possesso di licenza comunitaria La licenza comunitaria non è necessaria per svolgere servizi occasionali con gli Stati aderenti all'accordo Interbus Gli autobus si classificano in base alle norme UE in autobus di classe V se muniti di se muniti di un numero di posti superiore a 22 + 1 (conducente), con spazi per passeggeri in piedi Gli autobus devono essere muniti di uscite di sicurezza I servizi occasionali extracomunitari non sono soggetti ad autorizzazione, se il paese di destinazione è uno Stato membro I servizi regolari extracomunitari possono essere svolti da imprese non abilitate alla professione di trasportatore di persone su strada Variazioni dell'allestimento interno degli autobus richiedono specifica approvazione e il conseguente aggiornamento della carta di circolazione L'impiego dei dispositivi di ritenuta per bambini dipende dal numero dei posti a sedere che risultano dalla carta di circolazione del veicolo L'obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza, salvo i casi di esenzione riguarda solo i passeggeri in quanto il conducente è espressamente esentato Le piazzole di sosta delle autostrade sono destinate ad agevolare l'intermodalità Sono esenti dall'uso, durante la marcia, di cinture di sicurezza le persone affette da particolari patologie per le quali le cinture siano controindicate La corsia di marcia è larga a sufficienza per la circolazione di una fila di veicoli Gli scuolabus devono avere sedili e spazi di dimensioni normali Le autostazioni consentono lo scambio solamente di merci L'organizzazione aziendale delle imprese che esercitano i servizi di linea è solitamente caratterizzata da strutture aziendali, quali società di persone con i conducenti soci e pochi veicoli I servizi di linea interregionali sono di competenza regionale Le uscite di emergenza degli autobus devono essere equamente ripartite sui due lati dell'autobus Nello svolgimento dei servizi regolari con Stati extra UE a bordo dell'autobus di un'impresa italiana deve essere presente: solo l'originale delle autorizzazioni dello Stato di destinazione La licenza comunitaria non è necessaria per svolgere servizi regolari con Stati extra UE che attraversano il territorio di uno Stato UE La corsia specializzata di decelerazione consente l'uscita dall'autostrada I servizi automobilistici interregionali di competenza statale vengono svolti in regime di libera concorrenza Le cinture di sicurezza sono dispositivi di sicurezza passiva Il trasporto di persone diversamente abili su carrozzella può essere effettuato in deroga alle prescrizioni riportate sulla carta di circolazione Gli autobus devono essere muniti di estintori Lo spartitraffico è destinato al riparo ed alla sosta dei pedoni Le imprese che intendono effettuare servizi regolari (di linea) nell'ambito del territorio dei Paesi membri dell'UE, devono tenere a bordo dell'autobus la copia conforme della licenza di noleggio con conducente Sugli autobus delle categorie internazionali M2 e M3 dotati di cinture di sicurezza i bambinidi età uguale o superiore a 3 anni devono utilizzare appositi sistemi di ritenuta, se effettivamente presenti sul veicolo (omologati ed idonei al veicolo) oppure le cinture di sicurezza, se il loro utilizzo non è incompatibile con la loro statura La scelta dell'autobus è condizionata, tra l'altro, dai possibili itinerari da percorrere La responsabilità penale prevede esclusivamente il risarcimento del danno a favore del danneggiato La cassetta del pronto soccorso degli autobus deve essere alloggiata in apposita sede In materia di mobilità uno degli svantaggi del trasporto di persone su rotaia è la flessibilità degli orari Le cinture di sicurezza sono installate mediante appositi ancoraggi fissati alla struttura del veicolo o dei sedili Cinture di sicurezza e dispositivi di ritenuta riducono il rischio di lesioni gravi e di morte Il documento di controllo, necessario per lo svolgimento dei servizi occasionali in ambito comunitario, deve essere compilato dall'impresa in un unico esemplare prima dell'inizio di ciascun servizio La sede tranviaria promiscua è segnalata da colonnine gialle lampeggianti Le aree di fermata degli autobus possono essere vicine a spazi per la sosta di altri servizi di trasporto L'accordo Interbus disciplina i servizi occasionali tra l'Italia e Repubblica di Macedonia e Repubblica di Moldova se la destinazione è l'Albania Nella carta della mobilità aziendale è indicato lo standard dei fattori di qualità del servizio quali il tipo di pneumatici utilizzati Gli autobus si classificano in base alle norme UE in autobus di classe III se muniti di un numero di posti superiore a 22 +1 (conducente), con posti esclusivamente per passeggeri seduti I servizi occasionali di viaggiatori in paesi con i quali non esiste alcun accordo internazionale sono soggetti ad autorizzazione anche se si tratta di un servizio svolto a porte chiuse I servizi occasionali in regime di cabotaggio effettuati in ambito comunitario, non sono soggetti ad alcuna autorizzazione, nemmeno nel caso in cui il percorso preveda l'attraversamento di paesi extracomunitari La licenza comunitaria è obbligatoria per effettuare servizi occasionali in Stati extracomunitari in cui sia vigente l'accordo Interbus
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformitą alla nostra Cookie Policy