Scheda 518
I servizi occasionali in regime di cabotaggio e i servizi occasionali internazionali, in ambito comunitario, sono assoggettati alla medesima disciplina in quanto non necessitano di autorizzazioni particolari Tra i veicoli per il trasporto pubblico di persone ci sono gli autobus, intesi come veicoli destinati al trasporto di più di 9 persone L'informazione sull'uso delle cinture di sicurezza sugli autobus può essere data con annunci fonici di conducente, bigliettaio o persona designata come capogruppo In materia di mobilità il mercato unico si fonda sulla libera circolazione di beni, servizi, persone e capitali In ambito internazionale si possono effettuare servizi regolari Il biglietto (documento di trasporto) deve essere conservato dai viaggiatori per tutta la durata del viaggio La scelta dell'autobus è condizionata, tra l'altro, dal servizio a cui viene destinato In materia di autotrasporti occasionali di viaggiatori in paesi extracomunitari non è prevista alcuna autorizzazione se il paese di partenza o destinazione è l'Italia Sono esenti dall'uso, durante la marcia, di cinture di sicurezza donne in stato di gravidanza, anche senza certificazione medica che comprovi condizioni di rischio conseguenti all'uso delle cinture Relativamente alle porte degli autobus la porta di sicurezza è destinata ad essere utilizzata dai passeggeri per scendere dal veicolo unicamente in caso di pericolo imminente La sede stradale è riservata alla circolazione dei tram e dei veicoli assimilati La sede tranviaria può essere propria o promiscua Il certificato di idoneità alla guida di filoveicoli non contiene nessun riferimento alla patente di cui è in possesso il titolare Per svolgere un servizio occasionale di viaggiatori con entrata a carico ed uscita a vuoto, tra l'Italia e la Confederazione Svizzera, è necessario avere a bordo dell'autobus l'originale dell'autorizzazione comunitaria oltre alla copia conforme della licenza comunitaria I servizi occasionali in regime di cabotaggio effettuati in territorio UE da un'impresa stabilita in uno Stato extracomunitario, sono consentiti e non sono soggetti ad alcuna autorizzazione I passeggeri hanno il dovere di agevolare le persone con ridotta capacità motoria e lasciare il posto a sedere a persone anziane, invalidi e donne in gravidanza Il parcheggio è destinato alla sosta regolamentata o non dei veicoli La zona di fermata dei veicoli pubblici è delimitata, di norma da apposita striscia di colore giallo La responsabilità penale è esclusa quando il fatto dipenda da causa di forza maggiore Sugli autobus in servizio pubblico di linea gli alunni sono obbligati ad occupare posti a sedere Alla classe III appartengono gli autobus destinati al trasporto di più di 22 persone oltre il conducente La rete integrata di trasporti non comporta mai il trasbordo di passeggeri da un mezzo all'altro Possono essere causa di pericolo le condizioni contrattuali del conducente Gli scuolabus non sono considerati autobus a tutti gli effetti Nelle autostazioni, il fabbricato dei viaggiatori comprende zone per la rimessa, il parcheggio, la pulizia e il rifornimento degli autobus La responsabilità penale può sorgere in caso di omicidio colposo Il salvagente è parte della strada, rialzata o opportunamente delimitata e protetta Il passeggero ha l'obbligo di auto protezione e di collaborazione con il vettore La copia conforme della licenza comunitaria deve essere tenuta presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Il trasporto degli alunni della scuola dell'obbligo può essere effettuato con scuolabus, autovetture e autocarri appositamente attrezzati Nella carta della mobilità aziendale è indicato lo standard dei fattori di qualità del servizio quali tutela dell'utente/viaggiatore Gli scuolabus possono trasportare solamente alunni della scuola materna Prima di partire con l'autobus, il conducente deve accertarsi che il veicolo sia dotato dei cunei fermaruota Lo scuolabus deve essere munito di cassetta del pronto soccorso Le situazioni di pericolo non sempre possono essere evitate con l'impiego dei dispositivi di sicurezza I diversamente abili su carrozzella salgono e scendono dall'autobus tramite sollevatore che può essere smontato Gli autobus si classificano in base alle norme UE in autobus di classe B se muniti di un numero di posti inferiore o uguale a 22 + 1 (conducente), predisposti esclusivamente per passeggeri in piedi Negli autobus, le uscite di servizio sono usate nelle normali condizioni di impiego per l'evacuazione dei passeggeri in caso di pericolo Le cinture di sicurezza sono installate mediante appositi ancoraggi fissati alla struttura del veicolo o dei sedili I servizi occasionali in regime di cabotaggio in ambito extracomunitario non possono essere svolti da imprese comunitarie, nemmeno in Svizzera I servizi occasionali comunitari sono sempre soggetti ad apposita autorizzazione Lo scuolabus deve essere munito di uscite di sicurezza La licenza comunitaria in copia conforme deve essere sempre tenuta a bordo del veicolo Gli autobus devono essere muniti di uscite di sicurezza Con il contratto di trasporto, il vettore si obbliga a trasferire persone o merci da un luogo all'altro verso un corrispettivo Il passaggio pedonale agevola l'intermodalità Le uscite di sicurezza degli autobus sono stabilite nel loro numero minimo in base alla massa a pieno carico dell'autobus Gli autobus destinati al trasporto di studenti delle scuole dell'obbligo, sono detti scuolabus In materia di servizi regolari comunitari è obbligatorio tenere a bordo del mezzo che effettua il servizio la copia conforme dell'autorizzazione Le uscite di sicurezza degli autobus devono essere segnalate tramite apposite scritte e/o simboli Prima di partire con l'autobus, il conducente deve accertare l'efficienza e pulizia dei dispositivi di visione diretta (parabrezza, vetri laterali, ecc.) ed indiretta (specchi retrovisori e dispositivi a telecamera e monitor) In materia di sicurezza per i passeggeri di autobus adibiti al trasporto locale e autorizzati al trasporto in piedi, non è obbligatorio l'utilizzo delle cinture di sicurezza Per esercitare l'attività di noleggio con conducente di autobus in Italia è necessario il possesso di autorizzazione da parte della regione o degli enti locali delegati nel cui ambito l'impresa ha sede legale o principale La qualità del rapporto di lavoro per i conducenti di autobus adibiti al servizio di noleggio va dimostrata con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del legale rappresentante dell'impresa Il contratto di trasporto stradale di persone prevede, di norma, il rilascio di un biglietto che serve anche a individuare il soggetto che ha diritto al trasporto In materia di servizi regolari comunitari non è necessaria l'autorizzazione allo svolgimento del servizio se non prevede l'attraversamento di paesi extracomunitari La licenza comunitaria non è necessaria per svolgere servizi occasionali in ambito UE Le uscite di sicurezza degli autobus devono essere segnalate tramite luci di colore rosso I servizi regolari specializzati non comprendono il trasporto domicilio-scuola degli studenti La "distrazione" dal servizio di noleggio con conducente al servizio di linea non è consentita
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy